Tag: Musica

eolie music fest
Musica

Eolie Music Fest

Un festival musicale esclusivo alle Eolie! EOLIE MUSIC FEST si apre mercoledì 23 giugno a Lipari, nella baia di Valle Muria, con il live dei Subsonica, band italiana che, grazie ai linguaggi musicali più sperimentali, ha rivoluzionato la scena e ha creato un sound molto riconoscibile, coniugando suoni elettronici, incisività melodica e grande carica sul palco. Il live è anticipato dalle esibizioni di Leo Lippolis (dj-set) e di Fonti e Biviano (dj-set with Sax Live).   Il giorno dopo, giovedì 24 giugno a Vulcano, di fronte alla spiaggia dell’Asino, si esibiscono, accompagnati solo dai loro strumenti, in un live acustico, Colapescedimartino, i due cantautori siciliani che hanno portato Musica Leggerissima al Festival di Sanremo 2021: un modo per annullare le distanze e raccontare la loro vicenda umana e artistica attraverso le loro canzoni eseguite così come sono state scritte. A seguire le atmosfere vintage e tropicali del dj-set con tastiera di Nu Guinea, al secolo Massimo Di Lena e Lucio Aquilina, duo partenopeo trapiantato a Berlino. In apertura, ci sarà il dj-set firmato da Samuel. Sabato 26 giugno a Salina, località Punta Scario: lo speciale live esclusivo e inedito che vede suonare insieme Willie Peyote, Samuel e Bandakadabra: Willie Peyote, rapper e cantautore italiano e Samuel, cantautore e compositore, cofondatore dei Subsonica, suoneranno insieme con l’orchestra torinese dei Bandakadabra. In apertura, il concerto della band Baciamolemani. Domenica 27 giugno sempre a Salina, sul caicco saliranno prima i The Winstons, trio nostrano di fuoriclasse votati al recupero di sonorità psichedeliche e prog e subito dopo il live dei Negrita, uno dei gruppi rock più influenti e meno catalogabili del panorama musicale italiano degli ultimi venticinque anni, dal sound unico e riconoscibile nel tempo. In apertura dei due live, ci sarà il dj-set firmato da Samuel. E infine, mercoledì 30 giugno a Stromboli, località Scari, chiudono la rassegna i Coma_Cose, duo musicale rivelazione di Sanremo 2021. Fausto Lama e California presentano uno spettacolo emotivamente coinvolgente, con i brani del nuovo disco e quelli che hanno segnato la loro storia d’amore e rivalsa. A seguire il live in acustico di Fulminacci, artista di rottura, spiazzante per la sua versatilità e per la sua brillantezza, vanta collaborazioni con i maggiori esponenti del cantautorato indie. In apertura dei live, ci sarà il dj-set firmato da Samuel.
Continue reading
Breaking News, Musica, Senza categoria

L’ultimo brano di Calcutta e il tour

È uscito l’ultimo brano di Calcutta, il secondo nel giro di soltanto sette giorni. Preceduto da Due Punti, il brano Sorriso (Milano Dateo) è disponibile su Spotify dalla mezzanotte di venerdì. Nel frattempo, proprio oggi, 7 giugno, riparte il suo tour estivo, che farà tappa a Treviso, in occasione del Core Festival. Ascoltalo qui! Qui le altre date del tour: 25 giugno: Milano, Ippodromo Snai San Siro – Milano Summer Festival27 giugno: Roma, Ippodromo Capannelle – Rock In Roma28 giugno: Napoli, Exbase 05 luglio: Genova, GoaBoa Festival06 luglio: Lucca, Piazza Napoleone – Lucca Summer Festival12 luglio: Mantova, Piazza Sordello13 luglio: Barolo (Cuneo), Collisioni18 luglio: Castello a Mare (PA), Festival Porto D’Arte20 luglio: Cosenza, Festival delle Invasioni23 luglio: San Benedetto del Tronto (AP), Porto Turistico08 agosto: Pescara, Zoo Music Festival10 agosto: Locorotondo (BA), Locus festival
Continue reading
Musica, Stories

Rino Gaetano: storia di un giovane

.. di Giulia Emanuele

La strada molto lunga, s’andò al San Camillo e lì non lo vollero per l’orario.
La strada tutta scura, si andò al San Giovanni e lì non lo accettarono per lo sciopero.
Con queste parole Rino Gaetano nel ’71  intonava una ballata leggera nei toni, ma feroce nel significato: Quando Renzo morì io ero al bar. E quegli stessi versi, 10 anni dopo, risuonarono tutto a un tratto profetici. La notte del 2 giugno del 1981 il cantautore italiano venne respinto da 5 ospedali (3 dei quali citati proprio in Renzo morì) in seguito a un grave incidente stradale, che ne causò la prematura morte. Per uno strano scherzo del destino, la sua aspra critica contro il sistema sanitario italiano gli si rivoltò contro, quasi un po’ come a beffarsi dell’irriverenza con la quale Rino cantava contro la società dell’epoca. 

Rino Gaetano aveva solo 30 anni quando scomparve, ma la sua breve carriera artistica non è stata di certo priva di contributi significativi. Scanzonato e disilluso, il cantautore di Crotone ha messo sempre al centro della sua poetica l’uomo, nella sua condizione di miseria e di alienazione. Il 33 giri Mio fratello è figlio unico non a caso presenta in copertina un cane, emblema stesso dell’abbandono e della solitudine. Ma Rino non era solo questo. Era un artista dissacrante oltremodo e un vero cultore del nonsense, tanto da renderlo vera e propria caratteristica della sua cifra stilistica.  Gaetano amava giocare con l’ironia per denunciare il marciume che intravedeva nella società e affrontava il suo nemico col sorriso, ma, soprattutto, a volto scoperto. Solo per fare un esempio, la lunga lista di nomi all’interno di Nuntereggae più attirò l’attenzione di moltissime personalità dello spettacolo e della politica. Rino venne addirittura costretto a cancellare dal testo originario del brano il nome che forse era scomodo più di tutti tra quelli menzionati, quello di Aldo Moro.

Rino Gaetano era un artista spericolato, certo, e lo era per di più in un periodo in cui la censura era un’attività praticata giornalmente dall’establishment. Era considerato così pericoloso che qualcuno finì col pensare che l’incidente in auto non fosse del tutto accidentale, ma che fosse un piano ordito dalla massoneria per mettere a tacere per sempre il cantautore. 

Il 29 ottobre di sessantotto anni fa nasceva il Rino Gaetano, che ancora oggi, con le sue parole, ci fa riflettere ancora prima che sui problemi della società, su noi stessi, riflessi negli occhi di un giovane di talento che sempre rimarrà tale.

 

Continue reading
Breaking News

Il nuovo videoclip pubblicato da Salmo

Con tanto di maschera spettrale,  Salmo ha da poco pubblicato il nuovo videoclip di Perdonami, brano pubblicato il 24 novembre scorso e già in vetta a tutte le classifiche. 
Vi avevamo già parlato di Salmo qui 

Perdonami è il secondo estratto dall’album, ancora senza titolo, in uscita nel 2018, preceduto da Estate dimmerda. Ci aspettiamo grandi cose, visto le premesse.
Buona visione!

 

Continue reading
Breaking News

il tour 2017 di Caparezza nei palazzetti: scoprite dove

Il tour “Prisoner 709” di Caparezza è partito a novembre e si concluderà a febbraio 2018.

Il Cantante pugliese si esibirà in giro per l’italia, ecco le prossime date dei concerti:

24 novembre, Firenze – Mandela Forum
25 novembre, Bologna – Unipol Arena
28 novembre, Napoli – Palapartenope
29 novembre, Roma – PalaLottomatica
1° dicembre, Montichiari (BS) – PalaGeorge
2 dicembre, Padova – Kioene Arena
6 dicembre, Milano – Mediolanum Forum
7 dicembre, Torino – Pala Alpitour0

7 febbraio Modena, PalaPanini
9 febbraio Forlì, PalaGalassi
10 febbraio Conegliano (Tv), Zoppas Arena
12 febbraio Pescara, Pala Giovanni Paolo II
14 febbraio Reggio Calabria, PalaCalafiore
16 febbraio Acireale, Pal’Art Hotel
18 febbraio Taranto, PalaMazzola
20 febbraio Cagliari, Fiera
23 febbraio Busto Arsizio (Va), PalaYamamay
25 febbraio Perugia, PalaEvangelisti

 

PERCHE’ PRISONER?

“Durante le mie letture mi sono imbattuto in quello che viene chiamato “Esperimento della prigione di Stanford” a cura dello psicologo Philip Zimbardo. L’esperimento consisteva nel far recitare il ruolo di guardie e di prigionieri ad alcuni studenti universitari per due settimane. Fu interrotto dopo appena sei giorni perché nessuno riusciva più a sganciarsi dal ruolo assegnato. Le guardie divennero estremamente violente e i detenuti, annichiliti, finirono con l’accettare passivamente qualsiasi vessazione. Il prigioniero 819 tentò con uno sciopero della fame di sabotare l’esperimento e chiese di vedere un dottore abbandonandosi ad una crisi isterica. E’pensando a quel prigioniero che è nato il titolo Prisoner 709”.

E’ possibile acquistare i biglietti su tiketone o diretamente sul sito ufficiale di Caparezza

Continue reading