Tag: Management Del Dolore Post-Operatorio

Management Del Dolore Post-Operatorio - I love you (Copertina)
Senza categoria

Il nuovo disco dei Management – I Love You

Esce oggi per La Tempesta, etichetta regina della scena indie, il terzo disco del Management Del Dolore Post Operatorio. Arriva appena dopo un anno di McMao e si intitola I Love You!.

Il disco è stato prodotto e registrato da Giulio Ragno Favero (Il Teatro degli Orrori). Le immagini collage della copertina e dell’artwork sono opera di Pasquale De Sensi. Lo trovate in ogni negozio distribuito da Master Music e in tutti i servizi di vendita e streaming digitali.

Continue reading
Management Del Dolore Post-Operatorio - I love you
Senza categoria

L’amore dei MaDe DoPo

Vi mancavano? Probabilmente si, ma solo per poco tempo: i MaDe DoPo tornano ad aprile con un nuovo disco, dopo un tour riuscitissimo e, come sempre, fuori dagli schemi come quello conclusosi da pochi mesi, il McMao. I Love You è il titolo dell’atteso ultimo lavoro del Management Del Dolore Post Operatorio per La Tempesta Dischi, che vede la produzione artistica a cura di Giulio Ragno Favero (Teatro Degli Orrori). Aspettative alte, dunque, per il gruppo appena premiato da Radio Rock come Miglior Indie Band 2014, le quali sicuramente non verranno deluse grazie all’irriverenza e alla feroce ilarità che da sempre caratterizzano i quattro ragazzi di Lanciano e che costituiscono un mix convincente e, allo stesso tempo, sconvolgente per chi adora essere distratto dal banale e dal convenzionale. Distrazione che avrà inizio il prossimo 28 Aprile, data di uscita di I Love You e che verrà raccontata, urlata e desiderata nei palcoscenici di tutta Italia. Ecco le prime tappe:

27/4 MILANO, la Feltrinelli ore 18,00
28/4 BOLOGNA, la Feltrinelli ore 18,00
29/4 ROMA, la Feltrinelli ore 18,00
04/5 PESCARA, la Feltrinelli ore 18,00
07/5 PALERMO, I Candelai + la Feltrinelli ore 18,00
08/5 CATANIA, Mercati Generali + la Feltrinelli ore 18,00
09/5 MESSINA, Retronouveau
15/5 Pulsano (TA), Villanova
16/5 NAPOLI, Lanificio 25
21/5 Molfetta (BA), Eremo Club
22/5 ROMA, Black Out
23/5 AREZZO, Karemaski
28/5 Castiglione del Lago (PG), La Darsena
30/5 BRESCIA, Latteria Molloy
31/5 MILANO, Circolo Magnolia

Resta solo da capire di quale tipo di amore si tratti… Ma siamo sicuri sia candida.

Continue reading
Management Del Dolore Post Operatorio - McMao - James Douglas Morrison
Look In

James Douglas Morrison è qui tra noi

Ribelli, provocatori, fuori dagli schemi, con una buona dose di follia, ma, soprattutto, mai scontati: il Management Del Dolore Post Operatorio è tornato a sconvolgere la fermezza delle nostre convinzioni.

Oggi, 18 febbraio, esce il primo singolo tratto dall’album McMao in uscita il prossimo 11 marzo. Si chiama James Douglas Morrison, un omaggio al grande e intramontabile artista, che, come ogni cosa, viene confutato dalla band abruzzese:

“Tra le cose che hai detto ce ne sono di carine: “Vivere ogni giorno come se fosse la fine”. Sai mi sembra un pensiero cretino: devi vivere ogni giorno come se fosse il primo”.

Un album che non è un semplice raccoglitore di musica, ma che è una vera e propria galleria d’arte: la copertina rappresenta un Mao Tse Tung severo nell’espressione, ma truccato da clown; anche l’immagine che accompagna il singolo appena uscito è di grande effetto, con un Morrison bello come un Dio. Tutto curato nei minimi particolari, e l’autore è Giuseppe Veneziano.

Anche noi di senzamecenate abbiamo voluto intervistare, qualche tempo fa, solo per voi il Management Del Dolore Post Operatorio. Se volete, potete dare un’occhiata: http://www.senzamecenate.it/musica/madedopo

Continue reading
Luca Romagnoli (frontman dei Management del Dolore Post Operatorio) al Concerto del Primo Maggio 2013
Stories

Management della censura

Quando Reporter Sans Frontieres stilò l’ennesima dura, cruda e spietata lista sulla libertà di stampa e di informazione in 179 Paesi, la 57esima posizione occupata dalla nostra Italia non destò clamore. Scavalcati nettamente da Paupasia Nuova Guinea – Niger – Burkina Faso – Samoa e Corea del Sud (tanto per citarne alcuni).

Così può accadere, e non è concesso sorprendersi, che arrivi il Concertone (?) del 1° maggio e che dopo una serie interminabile di band poco discutibili o tanto discutibili si azioni il macabro e folle meccanismo della censura.

I master si abbassano, i collegamenti tv cadono, gli eterni indignati di professione avviano la spasmodica costruzione di tesi e di sentenze.

I Management ricordano l’uso del condom, commemorano uno dei tanti giovani coraggiosi travolti dal sistema. Lo fanno a ritmo di rock’n’roll, alimentati dalla loro inesauribile energia. Lo fanno dimenandosi sul palco prima che la clessidra di quegli scarsi 8 minuti si sarà già esaurita.

In un’epoca di abiti neri, noi ci definiamo poeti BENEDETTI. Perchè abbiamo la fortuna di poter essere noi stessi, di NON interpretare nessuna parte, e di pensare e parlare con la nostra testa, per quanto sia difficile. Noi facciamo l’immane sforzo di sorridere, la cosa più rivoluzionaria di tutte. E quando t’incazzi e ti metti a urlare col sorriso sulla bocca, quasi fosse un gioco, e infondo lo è, nessuno ci capisce più niente, LORO hanno tanta paura della gente che sorride.
(Fonte: Intervista per SenzaMecenate)

Continue reading