Tag: Illustramente

Look In

Annual 2017 – La mostra di illustrazioni a Palermo

 Si chiama “Annual 2017” la mostra di illustrazioni che si terrà a Palermo dal 23 al 26 novembre, presso i Cantieri Culturali della Zisa.

Organizzata nell’ambito della V Edizione del festival dell’illustrazione e della letteratura per l’infanzia, in collaborazione con l’associazione Ai (autori immagini), ospiterà 115 opere di grandi autori.

La mostra sarà visitabile tutti i giorni dalle 9.30 alle 22.00 con ingresso gratuito.

Durante le tre giornate sono inoltre previsti workshop ed eventi collaterali.

Il tema di questa V edizione è  “Nel giardino degli aranci dorati – Serenata araba” dedicato alla fratellanza dei popoli e all’amore per il prossimo.

Ente organizzatore è  Colorè Soc Coop Soc . Per maggiori infrormazioni consultare il programma completo  dell’evento.

Continue reading
Arte

Marco Palena

Complimenti Marco, a te va il premio della giuria tecnica. Prima di concentrarci sulla tua opera, ti chiediamo quando e come hai avuto piena coscienza delle tue abilità illustrative?

Innanzitutto ringrazio la giuria tecnica e te per i complimenti. In realtà mi è sempre piaciuto disegnare, soprattutto dipingere. Non ho ancora una piena coscienza sulle mie abilità illustrative, è solo da due anni che faccio illustrazioni.

L’illustrazione con cui hai deciso di concorrere a cosa si ispira e con quali tecniche è stata realizzata?

E’ il tema del concorso che mi ha ispirato e ho cercato di rispettarlo il più possibile. Una delle mie priorità è di riuscire ad emozionare e di creare l’atmosfera giusta e quindi di utilizzare una tecnica che mi permetta questo. La mia illustrazione è realizzata con tempere, gessetti e tecnica digitale.

Cosa ti ha spinto a partecipare al concorso “Il Faro” e perchè?

Ho letto il bando del concorso “Il Faro Illustramente 2013” su Facebook, sulla pagina del Prof. Livio Sossi, docente di letteratura per l’infanzia ed esperto di illustrazione e di editoria, sempre attento ad informare noi illustratori su qualunque evento ci riguardi. Avendo da poco conosciuto questo mondo, ho pensato che il modo migliore di fare esperienza, e farsi notare, è quello di partecipare a vari concorsi. Inoltre il confronto con altri illustratori è sempre utile e costruttivo.

Hai vinto il premio per il Miglior Albo Illustrato. Consideri la strada dell’editoria, una via percorribile

Ad Ottobre ho vinto un premio per la realizzazione di un albo illustrato al concorso “Syria Poletti sulle ali delle farfalle”… è stata una bella esperienza. Guardando il mio lavoro penso che si potrebbe coniugare al linguaggio visivo dell’editoria.

Quali incontri o esperienze hanno inciso particolarmente per la tua formazione?

Sin da bambino mi facevo suggestionare dalle immagini all’interno dei libri mostrando un vivo interesse di comunicare con le forme e i colori dei disegni. Crescendo questa mia passione è diventata sempre più grande tanto da spingermi a intraprendere studi in campo artistico (prima il liceo artistico e in seguito la facoltà di architettura), una passione coltivata però in modo incostante, per lasciare posto ad altre esperienze. Ho poi riscoperto i libri illustrati un paio di anni fa, attraverso i lavori di Gabriel Pacheco e Shaun Tan e mi si è letteralmente aperto un mondo che conoscevo poco. In questo periodo ho imparato che bisogna osservare molto ed essere curiosi, per poi reinterpretare il mondo reale attraverso la propria sensibilità in modo da restituirlo in maniera personale. Come dice Gabriel Pacheco, “illustrare è un modo fantastico di osservare la vita”, e per fare questo, è necessario cercare un proprio stile che non solo consenta di essere riconoscibili ma riesca anche ad emozionare i lettori.

Progetti futuri?

Ho tanti progetti per il futuro e spero di poterli realizzare. Nell’immediato sto lavorando al progetto di un libro illustrato realizzato esclusivamente attraverso la narrazione di immagini illustrate, con il quale ho intenzione di partecipare al concorso “Silent Book 2014”.

Abbiamo visitato il tuo blog, le tue illustrazioni sono bellissime, così tanto, che sembrano vive. Hai mai pensato di illustrare per il cinema di animazione?

Grazie per aver visitato il mio blog. Illustrare per il cinema non è semplice, non ci si improvvisa. La mia curiosità e la mia voglia di perfezionismo mi porteranno a cercare sempre cose nuove, chissà un giorno, anche nell’animazione. Per ora cerco di dedicarmi all’illustrazione per l’infanzia e spero di continuare a migliorare quello che faccio.

Domanda “scomoda”: hai vinto con il voto della giuria tecnica, senza dubbio un risultato gratificante ma il pubblico “online” ti ha premiato meno. Cosa ne pensi?

Sesto classificato tra più di settanta opere… Non è andata poi così male. A parte gli scherzi, non si può piacere a tutti. Alle 342 persone che mi hanno votato e sostenuto, il mio disegno è piaciuto e per me questa è una grande soddisfazione. Approfitto per ringraziarle tutte.

La nostra domanda di rito: Con o senza mecenate?

Che domande… senza mecenate ovviamente.

Continue reading
I Racconti del Faro
Senza categoria

I Racconti del Faro

Il concorso Il Faro. Una storia illuminata nasce con lo spirito di animare il territorio e alimentare l’interesse nei confronti dell’illustrazione in generale e di quella per l’infanzia in particolare.

Gli amici di Illustramente, è il caso di dirlo, hanno raggiunto ampiamente il loro obiettivo, stimolando un grande interesse e registrando una sorprendente partecipazione, proveniente dal popolo del web, che ha seguito costantemente le varie fasi del concorso e, con il proprio giudizio, ha decretato i vincitori.

Oggi Illustramente torna a stupirci e, dopo la mostra online, propone la raccolta virtuale delle storie in concorso: I Racconti del Faro.

Per i grandi ma soprattutto per i più piccini consigliamo di scaricare l’ebook con un semplice clic sul link che segue  ed il gioco è fatto!

I nostri più sinceri complimenti vanno a Rosanna Maranto ideatrice del concorso.

Continue reading
Il Faro. Una storia illuminata
Senza categoria

Il Faro. Una storia illuminata

Senzamecenate è lieta di presentarvi la mostra concorso Il Faro. Una storia illuminata!

Questo il link per poter accedere alle opere da votare Saranno due le settimane per votare e poi la mano passa alla giuria tecnica che nominerà i vincitori!

Il concorso “Il Faro. Una storia illuminata” nasce con lo spirito di Illustramente: animare il territorio e alimentare l’interesse nei confronti dell’illustrazione in generale e di quella per l’infanzia in particolare. Alla luce di questa considerazione, il concorso vuole essere un altro momento di aggregazione, dapprima virtuale, attraverso le pagine dei siti “Illustramente”, poi reale, attraverso la partecipazione alle mostre e alla seconda edizione di Illustramente. Non ci sono finalità di “business”. Anche per questo, in questa fase, non abbiamo richiesto la presenza delle case editrici che, invece, faremo di tutto per avere come ospiti e in qualità di “osservatori” sia in occasione delle mostre che durante la prossima edizione di “Illustramente”, prevista per novembre 2013.

https://www.facebook.com/Illustramente

Continue reading
Arte

Rosanna Maranto

Palermo. All’interno di Cospladya 2012, dal’1 al 3 giugno si è svolta la prima edizione di “Illustramente”, festival dell’illustrazione per l’infanzia. Rosanna, a te che sei stata insieme a Laura Sighinolfi, ideatrice e promotrice di questo evento, chiediamo: come nasce l’idea di un festival interamente dedicato alle illustrazioni e nello specifico alle illustrazioni per l’infanzia?

Mi sono ubriacata per mesi di illustrazioni per bambini fatti da grandi professionisti dell’illustrazione per l’infanzia e delle splendide pubblicazioni editoriale rivolte ai bambini. Ho definito in questo mio viaggio attraverso Fb gli illustratori “i fotografi della fantasia”. Loro creano la porta attraverso cui i bambini arrivano nei mondi incantati. Rendono visibili le parole degli autori e creano magia. La mia amicizia con Laura Sighinolfi ha fatto il resto perchè abbiamo iniziato a non parlare d’altro.

Il tema di questa prima edizione prendeva spunto dalla filastrocca “U Re Bafè”. Cosa vi ha spinto verso questa scelta?

Illustramente è il primo festival dell’illustrazione per l’infanzia in Sicilia, non è un sottotitolo da niente. Ho voluto personalmente che questa dicitura accompagnasse il titolo perchè si capisse che c’è la volontà, con l’aiuto di tutti i professionisti nazionali e internazionali, di farlo diventare un punto di riferimento sia per il territorio siciliano, sia per l’Italia tutta. Il desiderio di far diventare la nostra terra nuovamente culla di cultura è molto forte. Abbiamo voluto valorizzare la nostra isola creando questo ponte con tutti gli illustratori che hanno voluto onorarci delle loro opere ed è stato bellissimo: c’era una volta un re, bafè, biscotto e minè ha intrigato dal Veneto alla Sicilia.

L’aspetto comunicativo e promozionale dell’evento è stato curato in maniera impeccabile. Tutto ciò ha generato un vertiginoso tam tam mediatico che ha fatto giungere presso la vostra segreteria numerosissime illustrazioni di artisti esordienti e vogliosi di mettersi in mostra. Questo feedback così stimolante vi porterà ad ampliare, per il prossimo anno, “l’area mostra”?

Illustramente è appena nato ma professionalmente sia Laura che io abbiamo esperienza di comunicazione pubblicitaria, marketing, organizzazione di eventi e ci hanno supportato dei grandi professionisti (legati a noi da legami di affetto!). È vero anche che noi siamo state travolte dal successo e dalle adesioni che abbiamo avuto in pochissimo tempo. Una grande emozione è stata il filo conduttore di tutto e tutto è stato fatto con il cuore. Non potete capire cosa si prova quando si apre una busta che contiene un’illustrazione! Per cosa faremo per la prossima edizione… immagineremo Illustramente come una piazza, un anfiteatro e in esso ci saranno tanti momenti diversi, ma magari ne parliamo più in là.

Il festival ha visto la partecipazione di ospiti d’onore del calibro di Lucia Scuderi, Paolo Domeniconi, Gianluca Garofalo e Antonio La Malfa. Quanto è stato importante, ospitare e lavorare al fianco di professionisti del settore?

I nostri ospiti sono stati perfetti. Con un cuore enorme come il loro talento nell’essere maestri e i nostri “corsisti” l’hanno capito ed apprezzato. Anche in quelle ore di studio e approfondimento l’empatia ha donato momenti indimenticabili. Ringranziarli a parole è troppo poco, ce li portiamo nel cuore, sono i padrini della nostra creatura.

Dal punto di vista logistico ed organizzativo quali sono state le maggiori difficoltà a cui avete dovuto far fronte?

Mancanza totale di budget e soli 50 giorni per organizzare il tutto. Per eventuali mancanze ci scusiamo con tutti.

Se dovessi fare un bilancio complessivo di questa prima edizione… ?

Non cambierei nulla, ti basta?

Grazie alla tua disponibilità e alla tua grande sensibilità, noi di senzamecenate abbiamo avuto la possibilità di esserci. Siamo stati catturati da numerose e variegate attività: workshop, perfomance digitali, conferenze e dibattiti tenuti da illustratori professionisti. Ci sono già delle novità per la prossima edizione?

Credo, insieme a Laura, nella grande importanza di fare rete, di crescere e far crescere. Voi siete una bella realtà che sta svolgendo un ottimo lavoro. Sarà per noi un piacere comunicarvi le attività in programma per la seconda edizione.

Fa un po’ d’effetto rivolgerti la nostra domanda abitudinaria, a te che con il tuo impegno e la tua professionalità ti schieri a tutela degli artisti e favore della cultura promossa e diffusa nelle sue forme più limpide e genuine. Ma un must è pur sempre un must, quindi ti chiediamo: con o senza mecenate?

Senza mecenate fin dove si può arrivare ma per volare in alto penso che occorra un mecenate, il miglior mecenate.

Continue reading
1