Paolo contro Paolo ai David di Donatello

Si è da poco conclusa la premiazione dei David di Donatello, gli Oscar tutti italiani. La grande Bbllezza non smette, ovviamente, di essere premiata, anche se incredibilmente superata da Il capitale umano di Paolo Virzì, che riesce a conquistare la statuetta più ambita, quella come Miglior Film.

Ebbene si, il film italiano più apprezzato all’estero non riesce a trionfare in casa propria, e nemmeno esser stato premiato per ben 9 volte (per esempio miglior attore, miglior fotografia, miglior regia) sembra poter consolare Paolo Sorrentino, che non evita di sottolineare la tensione creatasi col suo temuto avversario, Paolo Virzi.

Tra i due registi non sono mancate le frecciatine del caso. Segno di una sana competizione? Questo non possiamo saperlo. Quel che è certo è che mentre Sorrentino guardava attonito la premiazione de Il capitale umano, Virzì non si è risparmiato un bel: “Ci tenevo a festeggiare anche Paolo.”

Anche Pierfrancesco Diliberto (in arte Pif) riesce a portare a casa ben due premi (Miglior regista esordiente e David giovani) per il suo film La mafia uccide solo d’estate.

Paolo Virzì e Paolo Sorrentino ai David di Donatello 2014

Paolo Virzì e Paolo Sorrentino ai David di Donatello 2014