Ugo Moscato

Raccolta n° 1 

Imbattersi in un cantautore è quasi sempre una pratica dannatamente complessa. Ore ed ore di ascolti a ricercare influenze, parallelismi testuali, dipendenze ed indipendenze artistiche. Questa volta Ugo Moscato ci esonera da tutto ciò. Dopo essere stato frontman degli Apple Scruff decide di confezionare in solitaria un progetto musicale tutto suo. A cavallo tra l’ultimo dicembre e l’ultima primavera nasce “raccolta n.1”. Ad aprire l’ep è “Nella foresta di Sherwood”, un’armonica squillante ed equilibrata ed un Robin Hood distratto si alternano per tutto il brano suggerendoci un’atmosfera fiabesca con infiltrazioni di sana quotidianità. “Cinque minuti d’amore” è un concentrato emozionale di un incontro, di un ricordo. Tra l’apertura quasi chillout e la chiusura, con chitarra in dissolvenza,  intercorre troppo poco tempo e questo ci lascia qualche rammarico. “Le donne di Figueres” è il brano più rock del disco. Qui si esalta la voce “acrilica” di Ugo e tutto l’impatto comunicativo dei suoi testi. Si chiude con “ Non andartene mai più”, pezzo di punta della raccolta, un pezzo che è pura poesia, un pezzo che riassume e chiude con leggerezza l’ep. Raccolta n°1 è un progetto musicale costruito tra quattro mura domestiche, nei week end, nei momenti di silenzio esterno. Delle registrazioni più sofisticate avrebbero garantito un ascolto più critico e fedele ma forse la vera forza di questo disco è proprio la genuinità. Il risultato è molto positivo e ci fa ben sperare per il futuro, se queste sono le basi chissà cosa potrebbe aspettarci in cima…

Ascolta la raccolta: http://soundcloud.com/ugomoscato/ugo-moscato-raccolta-n-1-ep-01